Mercato Immobiliare: Crescono Investimenti corporate guidati da capitali esteri

Notizie incoraggianti in Italia dal mercato immobiliare, in particolare dal settore corporate. Dopo un periodo con un trend non molto positivo si è registrata una ripresa, nei primi mesi dell’anno, in particolare nei segmenti degli uffici e degli spazi commerciali. Secondo uno studio pubblicato da Prelios Group Market Research, infatti, risultano maggiormente interessati da questa ripresa gli investimenti corporate fatti in palazzi storici e i centri direzionali in periferia.

Se nel corso degli ultimi tempi il settore aveva incontrato diverse difficoltà, che avevano fatto rallentare la crescita in maniera consistente, i primi mesi del 2019 hanno visto una crescita annua del 54,5%, pari a un valore di circa 4,9 miliardi di euro.  Il mercato immobiliare si è dimostrato dipendente dagli investitori esteri, che continuano ad essere fondamentali per questo settore. L’aumento di questi investimenti è stato dell’7,7%. In testa alla classifica abbiamo capitali provenienti da Stati Uniti e paesi asiatici, che hanno segnato investimenti fino a 3,8 miliardi di euro nel primo semestre del 2019. Questo sta a significare che oltre i due terzi del capitale erano stranieri.

Nel territorio italiano, il Nord-Ovest si conferma come l’area maggiormente interessata con transizioni per un totale di circa 2 miliardi di euro. In testa alla classifica, con un volume d’affari aumentato del 38,9% rispetto all’anno precedente, c’è Milano con la sua area metropolitana, dove la maggior parte della domanda proviene dal settore del terziario.

Anche qui la maggior parte degli investimenti (circa 77,9%) giungono dall’estero, in particolare sempre dall’Asia e dagli Stati Uniti. La seconda città in Italia risulta essere Roma dove il volume delle transizioni nel settore corporate è aumentato dell’1,7% rispetto al 2018, per un totale di 400 milioni di euro.